L’argenteria di casa Spinola
zoom
L’argenteria di casa Spinola

L’argenteria di casa Spinola
a cura di Farida Simonetti

Per la prima volta esce dalle casseforti del Sovrano Militare Ordine di Malta, cui è stata donato nel 1958 dall’ultimo marchese Spinola di Luccoli, l´intero nucleo della storica argenteria da tavola della famiglia. Si tratta di uno straordinario nucleo di argenti, quasi tutti punzonati con la Torretta, marchio della Zecca di Genova, realizzati tra l’inizio del Settecento e i primi anni dell’Ottocento, incredibili non solo per consistenza – oltre 400 pezzi – e per straordinaria qualità, ma per l’eccezionalità di essere di un’unica storica proprietà.
Il catalogo non si limita a presentare i singoli pezzi, dai 120 piatti alle centinaia di posate, alla neoclassica serie di ben 12 campane coprivivande, ma presenta la trascrizione degli inventari settecenteschi dei proprietari della dimora degli Spinola, ora Galleria Nazionale, tuttora conservati nel palazzo.
Il confronto tra le immagini dei pezzi e gli elenchi documentati curato da Farida Simonetti, direttore della Galleria Nazionale di Palazzo Spinola, ricostruiscono per la prima volta l´integrità di un patrimonio di argenti stupefacente che, così come la ricchezza delle eccezionali quadrerie, denuncia la qualità dei patrimoni dell´aristocrazia nei secoli d´oro della Repubblica di Genova.