Restauri nella chiesa di Nostra Signora degli Angeli
zoom
Restauri nella chiesa di Nostra Signora degli Angeli

Restauri nella chiesa di Nostra Signora degli Angeli
Simone Dondo, Luca Cambiaso, Tintoretto
a cura di Debora Catarozzolo, Cristina Pastor, Gianluca Zanelli

L’intervento conservativo che ha interessato l’interno della chiesa di Nostra Signora degli Angeli di Genova Voltri e due tele appartenenti al suo arredo ha costituito un’occasione di studio delle vicende che hanno contraddistinto l’insediamento francescano del Ponente genovese e le testimonianze figurative che nel corso dei secoli sono state commissionate per impreziosirne gli spazi.


Il volume esamina due significativi dipinti realizzati sin dall’origine per la realtà conventuale voltrese. Si tratta dell’Ultima Cena, lasciata incompiuta nel 1560 dal frate pittore Simone Dondo da Carnuli – che visse proprio nel convento degli Angeli – e terminata da Luca Cambiaso, il quale seguì l’impostazione scelta dal collega chiaramente derivante dal celebre modello leonardesco; e del Battesimo di Cristo ascrivibile alla bottega di Jacopo Robusti detto il Tintoretto, ricordato dalle fonti sei-settecentesche ma trascurato invece dalla letteratura moderna dedicata al celebre maestro veneziano. Un’opera eseguita tra la fine del nono e l’inizio dell’ultimo decennio del 500 a seguito delle prescrizioni dettate dal Visitatore Apostolico Francesco Bossio, il quale nel 1582 evidenziò la necessità di dotare gli altari laterali della chiesa francescana di immagini sacre.
Gli esiti dei restauri sono debitamente illustrati nei contributi tecnici.