Genovesi a Parigi
zoom
Genovesi a Parigi

Genovesi a Parigi
Ritratti di Hyacinthe Rigaud
a cura di Farida Simonetti e Gianluca Zanelli

La presentazione di un Ritratto maschile realizzato a Parigi nel 1709 da Hyacinthe Rigaud, acquistato del Ministero e affidato alla Galleria Nazionale della Liguria a Palazzo Spinola, costituisce un’importante occasione per indagare l’intensa ondata di gusto francese che investì la Repubblica di Genova dal 1684, in seguito all’accostamento alla Francia e allo scioglimento del secolare legame con la Spagna.

L’avvio di missioni diplomatiche a Parigi da parte di nobili genovesi, ai quali il Doge conferiva incarichi speciali, si concludeva infatti con il ritorno in patria del gentiluomo di turno unitamente a un ritratto celebrativo della missione, firmato dai pittori ruotanti attorno alla scintillante corte del Re Sole.

Il catalogo esemplifica, attraverso vari ritratti, l’ammirazione rivolta dalla nobiltà genovese di stanza a Parigi verso una vera e propria moda, oltre a sottolineare come un tale rapporto culturale avesse consentito un totale aggiornamento del gusto della Superba, ove questi testi pittorici riscossero un successo straordinario, soprattutto tra il primo e il secondo decennio del Settecento, divenendo modelli imprescindibili per pittori come Mulinaretto, Domenico Parodi e Gio Enrico Vaymer.

Hyacinthe Rigaud (1659-1742), trasferitosi a Parigi da Perpignan nel 1681, riuscì a detenere il monopolio delle grandi commissioni e nel suo taccuino di bottega furono registrati numerosi nobili genovesi in un periodo che, all’incirca, va dalla fine degli anni Novanta del ’600 al 1740.

Genovesi a Parigi
ISBN:  978-88-6373-372-3
Pagine:  128 riccamente illustrate
Formato:  17x22 cm
Anno:  2015
Note:  Edizione in brossura

Titolo  
Genovesi a Parigi
€    20,00