Firenze
zoom
Firenze

Firenze
L’ingrandimento della città nell’Ottocento
Rinaldo Luccardini

Una città illustre, ricca di fascino perché piena di opere d’arte, cara ai suoi abitanti per come è fatta, di canti, borghi, erte, chiassi, viene travolta dal Regno in una vicenda urbanistica che pagherà a caro prezzo, non solo economico ma che le darà l’occasione di salire al rango di capitale. Quando Firenze è stata capitale, il nemico, combattuto e vinto nella terza guerra di indipendenza, aveva Vienna per capitale.
A quella città, ma anche a Parigi e Londra si ispirarono i responsabili dell’adeguamento urbanistico di Firenze per dare alla città un tangibile lustro che permettesse alla corte regnante ed ai suoi ministeri di esercitare tutto il prestigio che l’Italia voleva ottenere nei confronti dell’Europa.
Non s’è più visto, nel nostro Paese, un caso simile a quello accaduto a Firenze che in meno di un anno s’è vista arrivare in città più di ventimila nuovi abitanti (nessuno dei quali toscano) pronti a prendere casa in qualsiasi alloggio disponibile facendo saltare il mercato immobiliare ed innescando un processo di accrescimento che è durato molto di più dei cinque anni nei quali la Reggia era il Palazzo Pitti.

Firenze
ISBN:  978-88-6373-376-1
Pagine:  128
Formato:  24x30 cm
Anno:  2016

Titolo  
Firenze
€    30,00