Van Dyck tra Genova e Palermo
zoom
Van Dyck tra Genova e Palermo

Van Dyck tra Genova e Palermo
Liechtenstein – The Princely Collections e Palazzo Spinola
a cura di Farida Simonetti e Gianluca Zanelli

Pubblicato in concomitanza con la presentazione presso la Galleria Nazionale di Palazzo Spinola di Genova del Ritratto di Desiderio Segno di Anton Van Dyck (Liechtenstein - The Princely Collections, Vaduz-Vienna), il volume presenta alcuni nuovi approfondimenti sui rapporti instaurati dal pittore fiammingo con la nobiltà genovese. Nell’occasione sono state esaminate anche le opere dipinte in occasione del soggiorno siciliano, avvenuto tra il 1623 e il 1624, durante il periodo della sua permanenza a Genova (1621-1627).
A Palermo, nella primavera del 1624, l’artista anversano incontrò la famosa pittrice Sofonisba Anguissola, divenuta sposa in seconde nozze del nobile genovese Orazio Lomellino con il quale si stabilì a Genova e poi, dal 1615, a Palermo, divenendo figura di spicco della colonia genovese residente in città. In Sicilia Van Dyck, chiamato per realizzare l’effige del vicerè Emanuele Filiberto di Savoia, eseguì anche quella della pittrice, continuando la sua ormai affermata attività di ritrattista avviata a Genova e che riprese al suo ritorno in città nel 1624 lasciandovi preziose testimonianze pittoriche, come attestano i ritratti ora a Palazzo Spinola.
Il patrimonio di Palazzo Spinola conserva memoria di opere legate a Van Dyck, dai Quattro Evangelisti, che si devono a un valido seguace del maestro, alla copia di un ignoto pittore locale del suo unico dipinto destinato ad un edificio sacro ligure, la drammatica Crocifissione per la chiesa di San Michele di Pagana (Rapallo). Tra le opere di Palazzo Spinola attribuite tradizionalmente a Van Dyck vi è anche un Ritratto di dama con mano al petto, riferita al pittore Jan Roos.
I documenti e le antiche guide della città ricordano a Palazzo Spinola altre opere del maestro, vendute nel XIX secolo dai proprietari del palazzo, come il Ritratto di Agostino Pallavicino in veste di ambasciatore presso papa Gregorio XV (Los Angeles, J. Paul Getty Museum), una delle prime tele dipinte a Genova, ed anche due ritratti di dame, delle quali purtroppo si è persa traccia.
Catalogo a cura di Farida Simonetti e Gianluca Zanelli, con contributi di Xavier F. Salomon, curatore principale della Frick Collection di New York, Farida Simonetti, Gianluca Zanelli e Matteo Moretti.

Van Dyck tra Genova e Palermo
ISBN:  978-88-6373-460-7
Pagine:  96
Formato:  17x22 cm
Anno:  2016

Titolo  
Van Dyck tra Genova e Palermo
€    14,00