Lo specchio di Celestino
zoom
Lo specchio di Celestino

Lo specchio di Celestino
Archeologia etrusca a Modena nella prima metà dell’Ottocento

Nel 1841 i proprietari di un fondo a Castelvetro (Modena), in località Galassina, scoprirono in occasione di lavori agricoli quattro tombe etrusche ad incinerazione, databili tra la fine del VI e il V secolo a.C.

La sepoltura più ricca e più nota ha restituito una serie di oggetti in bronzo e pasta vitrea, appartenuti ad una donna, studiati e descritti dall’erudito ed archeologo Celestino Cavedoni e acquistati dal duca di Modena Francesco IV d’Asburgo-Este, affinché arricchissero la sua collezione di antichità e il Museo Estense.

La mostra esibisce contestualmente per la prima volta i pezzi più importanti e conosciuti del corredo funebre della Tomba I, insieme ad altri reperti provenienti dal medesimo contesto sepolcrale, sino a oggi inediti.

Lo specchio di Celestino
ISBN:  978-88-6373-639-7
Pagine:  88 pagine riccamente illustrate
Formato:  17x24 cm
Anno:  2019
Note:  25 maggio – 1 ottobre 2019 museo civico archeologico modena catalogo della mostra

Titolo  
Lo specchio di Celestino
€    18,00