La città [Con]divisa
zoom
La città [Con]divisa

La città [Con]divisa
Manuale di convivenza urbana nell’epoca del conflitto
Massimiliano Giberti, Charbel Maskineh, Lorenzo Tugnoli, Maria Camilla Brunetti, Giulio Rimondi

Questo volume testimonia il lavoro di ricerca su Naba’a, enclave alla periferia di Beirut, e ha come obiettivo la definizione di Città [Con]divisa, luogo nel quale i conflitti si neutralizzano o addirittura valorizzano per garantire la convivenza ai suoi abitanti. Naba’a, è l’esempio paradigmatico di un sistema urbano [Con]diviso, luogo in cui conflitto, autosegregazione, solidarietà e partecipazione si sovrappongono e alternano nello sviluppo delle dinamiche sociali. Ma il tema del conflitto è cruciale per la nostra epoca e riscontrabile in numerose realtà metropolitane, dall’Europa all’Asia. La ricerca allarga e restringe continuamente la sua focale, da Berlino a Istanbul, da Baghdad a Johannesburg, per comprendere le dimensioni globali del fenomeno trattato e verificarne le ricadute alla scala architettonica. La realtà del Libano è complessa, l’equilibrio di questo paese è instabile e si sorregge su un delicato compromesso nel quale identità religiosa, appartenenza territoriale e struttura urbana sono variabili indivisibili.

La storia del Libano fatta di conflitti, emigrazioni e immigrazioni ha contribuito a costruire una società che per sua stessa definizione è auto segregata. In questo processo il disegno delle città, dei quartieri, delle strade e delle sue architetture, ha determinato l’identità stessa delle diverse realtà culturali che compongono la società libanese. La prossimità fisica produce però un duplice effetto: i diversi nuclei auto segregati sono costretti a condividere lo stesso spazio ridotto. Una strada, un cortile, un appartamento possono diventare luoghi di conflitto o di solidarietà. I luoghi del commercio, del culto religioso e dell’abitare diventano i luoghi privilegiati nei quali sperimentare questa doppia possibilità: esasperare il conflitto per trovare strategie di condivisione. Questo può avvenire solo se si sviluppano progetti strategici che affianchino al disegno urbano ed architettonico, strategie sociali, economiche e di sicurezza e igiene, che siano flessibili nel tempo. Per raggiungere questo obiettivo la rimozione dei confini non è necessariamente la soluzione migliore da adottare.

La città [Con]divisa
ISBN:  978-88-6373-616-8
Pagine:  160 pagine illustrate
Formato:  13x21cm
Anno:  2019

Titolo  
La città [Con]divisa
€    20,00