Santi Gervasio e Protasio a Rapallo
zoom
Santi Gervasio e Protasio a Rapallo

Santi Gervasio e Protasio a Rapallo
Il patrimonio artistico della basilica
a cura di Matteo Capurro e Daniele Sanguineti

Queste pagine racchiudono una storia che ripercorre, lungo cinque secoli, le fasi di un lunghissimo cantiere: quello che ha creato, attraverso la ricerca di esigenze spaziali sempre nuove e una ricca dotazione di pale d’altare, statue, affreschi e marmi policromi, l’aspetto attuale della basilica dei Santi Gervasio e Protasio. Saggio dopo saggio, secolo dopo secolo, si definisce un mosaico di straordinario impatto che riflette, sulla base di una capillare indagine d’archivio, l’eccezionale interesse avvertito da svariate committenze rapalline nei confronti della loro basilica.

Matteo Capurro (Chiavari 1992) si è laureato nel 2019 in Storia dell’arte presso l’ateneo genovese, dove attualmente svolge il dottorato di ricerca in Studio e valorizzazione del patrimonio storico, artistico-architettonico e ambientale. Ha pubblicato in importanti sedi alcuni saggi dedicati all’analisi del manufatto artistico, privilegiando un approccio formalista incentrato sullo studio delle fonti storiche e della critica.

Daniele Sanguineti (Rapallo 1968) è professore associato di Storia dell’arte moderna all’Università di Genova ed è stato funzionario di Soprintendenza (a Mantova, a Torino e a Genova). Esplora la cultura figurativa, in particolare la scultura e la pittura di ritratto, della Genova sei-settecentesca. Tra le monografie si ricordano: Domenico Piola (2004), Genovesi in posa (2011), Anton Maria Maragliano (2012), Giovanni Bernardo Carbone (2020).

Santi Gervasio e Protasio a Rapallo
ISBN:  978-88-6373-740-0
Pagine:  304 riccamente illustrate
Formato:  21x30 cm
Anno:  2020

Titolo  
Santi Gervasio e Protasio a Rapallo
€    40,00