Giacomo Balla
zoom
Giacomo Balla

Giacomo Balla
Ricostruzione Futurista dell’Universo
Testi di: Fabio Benzi, Stefano Bosi e Manuel Carrera

Il volume offre un ampio tracciato della produzione futurista di Giacomo Balla (1871-1958), ponendo particolare attenzione alla sua attività nei settori delle arti applicate e dell’arredamento, dove l’artista opera con grande abilità e invenzione al punto da anticipare molti aspetti del moderno design.

Uno dei tanti meriti di Balla è stato quello di aver liberato e rinnovato il concetto di avanguardia, allargandolo oltre il confine dell’opera pittorica o scultorea, giungendo alla fine a creare un linguaggio radicalmente originale e innovativo. Tra i futuristi solo lui infatti è riuscito, per primo, a creare compiutamente questa saldatura pensando di espandere il concetto estetico dal quadro al vestito, all’arredamento, al design, al teatro, al cinema, all’architettura, in un’idea di arte totale. L’adozione innovativa anche di smalti industriali, o di inchiostri lucidi acquerellati, oltre alle tecniche più classiche (olio o tempera), non solo esprime una tensione verso la modernità anche dei materiali, ma conferisce ai dipinti di quel momento una brillantezza cromatica inusitata, realizzando campiture uniformi e sintetiche di colore, forme compenetrate e taglienti di velocità. Opere di quell’anno 1915 sono anche i “complessi plastici” (purtroppo perduti), strutture pure e “antiatmosferiche”, combinazioni di elementi tridimensionali (specchi, fili, cartoni, stagnole) che sublimano il concetto di scultura polimaterica di Boccioni svincolandolo dal riferimento fisico e iconografico, svolgendo in senso puramente astrattivo e ritmico il dinamismo; così come la serie straordinaria dei dipinti “interventisti” (1915) è caratterizzata da colori puri e smaltati, da forme sinuose e geometrizzanti, senza più riscontri con forme naturali. “Astrattista futurista” si definisce infatti Balla, nel Manifesto della ricostruzione futurista dell’universo, firmato assieme a Depero all’inizio del 1915.

Completano il volume apparati bibliografici.

Giacomo Balla
ISBN:  978-88-6373-592-5
Pagine:  144
Formato:  23 x 28 cm riccamente illustrate
Anno:  2018

Titolo  
Giacomo Balla
€    25,00